Favorisce e sfrutta la prostituzione di due donne a Genova, 41enne cinese arrestata a Senigallia

1' di lettura 20/12/2014 - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Senigallia, in esecuzione dell'ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Genova al termine delle indagini svolte dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Genova, hanno rintracciato in un appartamento del lungomare Mameli e tratto in arresto una 41enne cinese accusato dei reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Si tratta di Zou Jing, che nel mese di aprile 2013, avrebbe favorito e sfruttato la prostituzione di due donne di nazionalità cinese che svolgevano l’attività in due appartamenti di Genova, rispettivamente in Piazza Rensi e in via Cantore, presi in affitto da altri connazionali.

In particolare la donna, ora arrestata ed accompagnata nella Sezione Femminile della Casa Circondariale di Pesaro Villa Fastigi, è accusata di aver ricevuto le chiamate dei clienti, anche quando si trovava fuori degli appartamenti, di aver preannunciato il loro arrivo alle meretrici e di aver indicato ai clienti i prezzi delle prestazioni sessuali. Inoltre avrebbe chiesto alle donne sfruttate di informarla non appena i clienti si fossero allontanati.






Questo è un articolo pubblicato il 20-12-2014 alle 15:49 sul giornale del 22 dicembre 2014 - 452 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, senigallia, genova, Sudani Alice Scarpini, sfruttamento della prostituzione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/addX